21 Giugno 2024

L’aumento dell’IRPEF ha completamente annullato i benefici della rivalutazione del 5,4% per i lavoratori dipendenti e i pensionati, causando loro un danno significativo. Questa situazione rappresenta un’ulteriore ingiustizia del governo Meloni verso coloro che contribuiscono al pagamento delle tasse e crescita del paese. Il problema principale è che, nonostante ci sia stato un adeguamento del 5,4%, esso ha portato a un significativo aumento dell’IRPEF, con conseguente diminuzione di stipendi e pensioni, oltre all’aumento dell’imponibile del reddito ai fini ISEE, creando un devastante danno economico alle famiglie, a chi ha bisogno di esenzioni, assegni o altri sostegni.